Nell’antichità le località costiere erano viste con apprensione e paura poiché attraverso il mare non arrivavano solo merci e ricchezze ma anche incursioni e rapine da parte di popoli stranieri e per motivi difensivi vennero edificate delle torri costiere nel territorio del Circeo.

Il territorio Pontino, dalla caduta dell’impero romano sino al periodo carolingio, fu esposto alla minaccia delle incursioni via terra.

Durante il medioevo invece furono frequenti le incursioni via mare prima dei pirati saraceni e poi dei turchi.

Le torri costiere del Circeo sono testimoni di questo antico passato bellicoso del nostro territorio e nel nostro articolo menzioneremo Torre Paola, Torre Cervia, Torre Fico e Torre Olevola.

Ecco elencate alcune tra le più famose torri costiere del promontorio del Circeo.

Torre Paola

Torre Paola ovviamente è la star delle strutture fortificate, una torre costiera tra le più immortalate della zona e diventata immagine iconica del Promontorio del Circeo.

La più famosa e massiccia torre costiera del promontorio del Circeo è senza dubbio Torre Paola, deve il suo nome alla vicina chiesa di San Paolo ed insieme alle altre tre torri costiere (Moresca, Cervia e Fico) fu voluta da Pio IV e costruita da Bonifacio Caetani nel 1562.

Torre Paola è una delle poche torri costiere a conservare la sua struttura originale ed insieme a Torre Fico fu la prima ad essere eretta data la sua posizione strategica a custodia della cala e la foce del canale del Lago di Paola.

La torre possiede una struttura molto particolare poiché verso il Promontorio del Circeo venne eretto uno scudo in muratura per proteggerla a seguito di attacchi via terra dei saraceni dal lato della collina.

Torre Paola Circeo – Foto di Matteo Oi

Torre Paola si inserisce in un sistema di logiche belliche ben diverso rispetto alle torri costiere dell’epoca.

Le torri difensive nell’antichità servivano quasi esclusivamente come avamposto di avvistamento, come sistema d’allarme diremmo oggi, ed avevano la funzione di avvertire le torri vicine in caso di incursioni via terra o via mare.

Da sottolineare è che Torre Paola prevede l’impiego attivo delle armi da fuoco e tende quindi a superare gli schemi di difesa passiva delle precedenti torri costiere difensive.

Torre Cervia

Torre Cervia, insieme a Torre Moresca, fu costruita alla base del Promontorio del Circeo in posizione decisamene strategica per contrastare le frequenti incursioni dei pirati.

Torre Cervia Circeo – Foto di Stefano Orlando

Si conosce con il nome “La Torraccia” per lo stato di rovina in cui giaceva, venne fatta costruire da papa Pio IV per contrastare le incursioni piratesche.

La torre venne fatta costruire dai signori di San Felice Circeo e Sermoneta, i Caetani ma venne distrutta nel 1809 e ricostruita poi nel 1947 per volere del Conte Galeazzi.

Torre Fico

Fu tra le prime torri costiere ad essere edificate lungo il Promontorio del Circeo, la tradizione fa risalire il nome alla massiccia presenza di fichi d’india nella zona del basamento.

Torre Fico Circeo

Venne edificata in forza di un Breve del papa Pio IV insieme a Torre Paola, Torre Cervia e Torre Moresca a spese della famiglia Caetani, feudataria di San Felice Circeo e Sermoneta.

La torre costiera venne abbandonata nel tardo XIX secolo.

Torre Olevola

La torre era già presente in una mappa disegnata dal grande Leonardo Da Vinci e risulta già citata da un documento del 1469, quindi risulta essere più antica delle quattro torri costiere volute da papa Pio IV.

Torre Olevola Circeo – Foto di Giuseppe Navarro

La torre costiera venne poi riedificata su ordine del papa Clemente XI e per questo è anche conosciuta con il nome torre Clementina.

Nei pressi della torre è situata una stazione meteorologica, quella di Capo Circeo che è ufficialmente riconosciuta dall’Organizzazione Meteorologica Mondiale.

Seguici sui social:

Potrebbero interessarti anche i seguenti articoli: